Guida ai Servizi


Accettazione di eredità con beneficio d' inventario
Accettazione di ereditàLa successione si apre al momento della morte nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto e l'eredità si può devolvere per legge (successione legittima, se ed in quanto manchi, in tutto o in parte, un testamento: artt. 565 e segg. cod. civ.) o per testamento (successione testamentaria: artt. 587 e segg. cod. civ.). 
L'eredità si acquista solo con l'accettazione, che può essere espressa (contenuta in un atto pubblico o in una scrittura privata) o tacita (in seguito al compimento di un atto che presuppone necessariamente la volontà di accettare), pura e semplice ovvero con beneficio d'inventario (in modo da accertare la consistenza dei crediti e dei debiti che formano il patrimonio del defunto). 
Sono nulle le dichiarazioni di accettazione sottoposte a termine o condizione, come pure le dichiarazioni di accettazione parziale. Il diritto di accettare l'eredità si prescrive in dieci anni; ma chiunque vi ha interesse può chiedere che il Giudice fissi un termine entro il quale il chiamato all'eredità dichiari se accetta o rinunzia (Ricorso per la fissazione del termine); decorso tale termine inutilmente, il chiamato perde il diritto di accettare.

Accettazione dell'eredità con beneficio d'inventario 
L'accettazione con beneficio d'inventario può sempre farsi, anche in caso di divieto di chi ha fatto il testamento. 
Le eredità devolute ai minori e agli interdetti non possono essere accettate dagli esercenti la potestà, se non con beneficio d'inventario, su autorizzazione del Giudice tutelare (Ricorso per l'autorizzazione a svolgere atti di straordinaria amministrazione in favore del figlio minore). 
I minori emancipati e gli inabilitati non possono accettare l'eredità se non col beneficio d'inventario, su autorizzazione del Giudice tutelare.
ChiChiamato all'eredità
Come

Il verbale di accettazione di eredità può essere ricevuto dal Notaio o dal Cancelliere del Tribunale o Sezione Distaccata di Tribunale, competente per territorio in relazione all'ultimo domicilio del defunto. 

La procedura infra descritta si riferisce al verbale ricevuto dal Cancelliere. 
 
Documenti necessari 
- Certificato di morte e di ultimo domicilio del defunto; 
- Codice fiscale del defunto; 
- Codice fiscale e documento di identità dell'accettante; 
- In caso di accettanti minori o incapaci copia autentica dell'autorizzazione del Giudice Tutelare. 
 
È necessario portare in Cancelleria CD 
 Contestualmente alla dichiarazione davanti al cancelliere, occorre effettuare il versamento di Euro 294,00 con MOD. F23 
Indicazioni per la compilazione del modello F 23:  
6. UFFICIO O ENTE: KK1 (Latina) - KH9 (Caserta) - KJ9 (Frosinone)
9. CAUSALE: TR 
11. 649T IMPOSTA IPOTECARIA EURO 200,00 
11. 456T IMPOSTA DI BOLLO EURO 59,00 
11. 778T TASSA IPOTECARIA EURO 35,00
DoveE' necessario prendere appuntamento con la cancelleria.

Ufficio Giudiziario: Tribunale o Sezione Distaccata di Tribunale, competente per territorio in relazione all'ultimo domicilio del defunto.

Costi

- 1 marca da bollo da euro 16,00  per il verbale di accettazione 

- 1 marca da bollo da euro 16,00 + 1 marca da euro 11,54 per la copia conforme per la conservatoria 
- Per eventuale copia per la parte 1 bollo da euro 16,00 + 11,54 
 
Prima di rendere la dichiarazione davanti al cancelliere, occorre effettuare il versamento di Euro 294,00 con MOD. F23.
 
Per ritirare la copia dell'atto 
- Urgente (ritiro il giorno stesso o al massimo quello successivo alla richiesta):
  1 marca da bollo da Euro 16,00 
  1 marca da bollo da Euro 34,62  per diritti di copia
- Senza urgenza (ritiro dopo 3 gg. dalla richiesta): 
  1 marca da bollo da Euro 16,00 
  1 marca da bollo da Euro 11,54  per diritti di copia
Leggi e RegolamentiNormativa di riferimento: artt. 321-374-394-470/518 cod.civ